PNL: cos’è e a cosa serve

PNL_cervello

La PNL è una neuroscienza costituita da tecniche psicologiche alternative che:
studia i comportamenti di persone di successo (leader, terapeuti, abili comunicatori, ecc.)
– ne analizza i loro modelli
– li struttura in modo che siano velocemente replicabili da ogni altra persona

Sviluppata negli anni ’70 da Richard Bandler e John Grinder, questa disciplina di stampo americano poggia le basi sul concetto di connessione fra tre elementi fondamentali, che danno origine al suo nome:
Programmazione: l’organizzazione delle strutture comportamentali creata dall’interazione tra mente e linguaggio
Neuro: i processi neurologici che regolano il funzionamento del nostro corpo
Linguistica: il linguaggio che utilizziamo nel comunicare con noi stessi e con gli altri

In modo particolare, Bandler, laureato in informatica ma con un forte interesse verso la psicoterapia, notò come la maggior parte dei terapeuti ottenesse scarsi risultati con i loro pazienti, a differenza di soltanto un paio di loro, Virginia Satir e Fritz Perls, che quindi divennero oggetto di studio e analisi.
In seguito, combinando il loro approccio a quello dell’ipnotista Milton H Erickson, Bandler e Grinder produssero un nuovo e ancor più efficace modello terapeutico a cui diedero il nome, appunto, di PNL.
A differenza della terapia tradizionale, la PNL riusciva a produrre risultati profondi e durevoli, perché, piuttosto che analizzare dettagliatamente il problema, si focalizzava sulla sua risoluzione.

A cosa serve la PNL?

Essa permette di (ri)programmare la propria mente e quella degli altri per ottenere migliori risultati in vari settori della vita:
– nel marketing
– negli affari (business)
– nello sport
– nella psicoterapia
– nella salute
– nella vendita
– nell’educazione
– nella leadership
– in tutti i tipi di relazioni (sentimentali, di amicizia, di lavoro…)

Altre applicazioni per il proprio miglioramento, sono:
– il raggiungimento dei propri obiettivi e il superare gli ostacoli che ne impediscono la realizzazione
– l’aumento della motivazione, della fiducia in sé stessi e della propria autostima
– l’eliminare le proprie convinzioni limitanti
– il superare i propri limiti e le proprie paure
– il riuscire a pensare più chiaramente e a prendere decisioni migliori
– il diventare più efficaci nel proprio lavoro
– l’apprendere più facilmente e velocemente
– il gestire le proprie emozioni in modo migliore e più salutare
– il cambiare le proprie abitudini e i propri comportamenti
– il modellare persone di successo
– ed altro ancora

Detto in poche parole, la PNL apre la mente ad avere più scelte. E quando si hanno più scelte, si ottiene maggior successo, si è più liberi e più felici!

Per leggere la definizione di WikiPedia, clicca qui. Oppure clicca qui per dare un’occhiata a VCD2009, il VideoCorso dello Zio Hack sull’Hacking della PNL!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *