EFT: ma funziona davvero?

 

EFT disegnoLa causa di tutte le emozioni negative è uno squilibrio nel sistema energetico del corpo”.

Così esordisce l’Ing. Gary Craig, creatore dell’EFT, parlando di questa metodologia dalle applicazioni a volte impensabili. E sono molti coloro che affermano che l’EFT è una delle più grandi scoperte della nostra epoca.
Da premettere che nelle culture orientali, già da qualche millennio si conosceva la presenza e il funzionamento delle energie sottili presenti nel corpo umano (prana, ki) che quando lavorano in equilibrio ed armonia tra di loro, permettono di godere di una buona salute psico-fisica.
Gary Craig, da buon Ingegnere, ha ripreso e semplificato il lavoro di un vero pioniere in questo campo, nonché suo insegnante, il Dott. Roger Callahan, creatore del TFT (Thought Field Therapy, Terapia del Campo del Pensiero). Egli scoprì che liberando quelle energie bloccate, il problema del paziente che stava trattando scompariva naturalmente.

L’EFT rappresenta un punto di svolta e una grande innovazione per la sua semplicità di applicazione, al punto che può diventare un auto-trattamento a cui ricorrere al momento del bisogno, per problematiche di natura fisica ed emotiva, per alleviare lo stress, ripulire la mente, stimolare i processi naturali di auto-guarigione dell’organismo e tanto altro ancora.
Grandiosa infatti, a mio modesto parere, è stata la scoperta di poter utilizzare lo stesso principio dell’agopuntura senza l’utilizzo di aghi, semplicemente stimolando gli stessi punti dei meridiani tramite il “picchiettamento” (tapping) con la punta delle dita. Questo significa che possiamo applicare l’EFT ovunque e in qualunque momento, senza la necessità di dover ricorrere ad un esperto di agopuntura.

Pensa ad esempio ad una persona che sta vivendo un momento di forte agitazione o paura: quasi sicuramente non ha la possibilità di prenotare un trattamento di agopuntura ed aspettare di farlo. Quella persona ha bisogno d’aiuto proprio in quel momento! Conoscere l’EFT ed applicarlo, può fare un’enorme differenza sul suo stato emotivo nel giro di pochissimi minuti, in maniera naturale, senza dover ricorrere all’utilizzo di farmaci e senza alcun effetto collaterale!
Quando lavoriamo con l’EFT, il primo obiettivo è di ridurre lo stress correlato ad un certo evento, che sia esso reale e concreto (es. incidente / divorzio / lutto / ecc.) o di natura psicologica (ansia / preoccupazione / ecc.).

Gary Craig ha sperimentato l’EFT su centinaia di persone, anche su quelle apparentemente “irrecuperabili” come i reduci della guerra in Vietnam, letteralmente tormentati dal PTSD (Disturbo Post Traumatico da Stress), uno dei più gravi e devastanti disturbi esistenti della sfera emotiva. Praticamente queste persone rivivevano mentalmente su base quotidiana i ricordi delle atrocità a cui avevano assistito o addirittura partecipato, come l’aprire il fuoco anche su civili e bambini innocenti. Essi sudavano, piangevano, avevano ansia e attacchi di panico, paure e fobie, soffrivano di insonnia e di incubi. Alcuni di loro erano sotto terapia da 20 anni con benefici molto leggeri.

Un’altra cosa fantastica dell’EFT è che molto spesso funziona dove altre metodologie hanno fallito, con percentuali di successo che arrivano anche all’85-90%!
Ed infatti è quello che avvenne anche per queste persone: dopo il trattamento, essi risolvevano queste gravi problematiche perché neutralizzavano nel giro di pochi minuti tutto l’impatto emotivo legato a quei ricordi!
Come conseguenza della forte riduzione dello stress precedentemente accumulato, tutti questi disturbi sparivano, queste persone riprendevano a dormire tranquillamente e potevano fare a meno di ansiolitici e sonniferi vari.
E se l’EFT ha funzionato in casi così drammatici, vuol dire che possiamo utilizzarlo su tutto con una grossa aspettativa di successo!

Secondo me tutto questo è grandioso! Posso soltanto immaginare, perché nel mio piccolo è un’emozione che provo anch’io con i miei clienti, tutta la gioia e l’appagamento che Gary, da buon filantropo, riceveva come “premio” per aver aiutato quelle persone. Vedere i loro visi finalmente distendersi, le loro espressioni cambiare, i loro stati emotivi trasformarsi, la gratitudine nei loro occhi è, a mio modesto avviso, la più importante ricompensa che possa ricevere un operatore sinceramente interessato ad aiutare gli altri! E’ letteralmente una sensazione di libertà e leggerezza da regalare a chi soffre!

Per apprendere le basi di questa meravigliosa metodologia, che anche tu potrai portare con te per il resto della tua vita e per poterla usare nel momento del bisogno, ti suggerisco di guardare il video gratuito sull’EFT dello Zio Hack su Youtube. Clicca qui per vederlo.

 

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *